Noi siamo la nostra memoria

Con Umberto Eco è morto un grande sapiente, oltre che un grande semiologo e scrittore. Molto su di lui è stato, è e sarà scritto. Uno dei modi più belli per rendergli omaggio mi pare possa essere questa video-conversazione in 3 parti firmata da Davide Ferrario nel 2015, dove si discute, tra le altre cose, anche d’identità e memoria, che poi, a mio parere, è il modo migliore per parlare anche del futuro nostro, suo (per chi è credente) e di quello che ci circonda.
Che ne condividiate o meno le parole è lo stimolo alla riflessione che suscitano a renderne significativo l’ascolto facendo così di quello che siamo e che diciamo un momento unico da custodire, trasmettere, e soprattutto non smettere mai di approfondire.
Buona visione.

Parte Seconda

Parte Terza

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Brevi e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Noi siamo la nostra memoria

  1. newwhitebear ha detto:

    Per ricordare una persona si deve farla parlare. E’ il miglior modo per renderle omaggio.

  2. matteotelara ha detto:

    E sì, Gianpaolo, è proprio così. Soprattutto quando chi parla ha qualcosa da dire. Per fortuna Eco ci ha lasciato molto da leggere… e da ascoltare… Come diceva? La Letteratura è un’immortalità al contrario….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...